Lavori

Tutti i Lavori
Ferrovie Appulo Lucane - 2019

FAL – La nuova stazione centrale di Matera

Un’opera di grande eleganza ed efficienza, interamente sostenibile, frutto dell’ingegno creativo di uno dei più grandi architetti del mondo: Stefano Boeri. Anche per questo è stato un onore lavorare per l’inaugurazione della nuova stazione di Matera delle Ferrovie Appulo Lucane. Proforma ha ideato il concept della campagna, declinata su tv e stampa, e, in collaborazione con Spazio Eventi, ha curato l’organizzazione dell’evento inaugurale e i relativi allestimenti.

Ars Biomedica - 2019

Ars Biomedica – Nasce una nuova clinica.

Ars Biomedica è una nuova clinica che nasce dalla gemmazione di una storica struttura di Roma Nord. Ai valori che eredita, la nuova clinica aggiunge un importante aggiornamento tecnologico, ma nel suo lancio abbiamo preferito porre l’accento sull’approccio umano piuttosto che sulle tecnologie. Queste sono accessibili a chiunque disponga del budget necessario, quello che fa la differenza invece sono le attenzioni rivolte al paziente, la cura che gli si dedica.

Infatti, il claim che uniforma la campagna di lancio e tutti i materiali recita: “C’È UNA NUOVA CURA”. La campagna era divisa in due fasi: la prima, teaser, ha visto campeggiare su affissioni e quotidiani romani il solo claim; la seconda, la fase reveal, ha aggiunto tre brevi body che chiariscono il claim e lo collegano alla nuova struttura. Ma il lancio non finisce qui: ci saranno giornate aperte alle visite, incontri sulla prevenzione… insomma, tutte le iniziative necessarie a presentare la nuova struttura.

Ars Biomedica / Affissioni teaser-reveal

Ars Biomedica / Affissioni teaser-reveal

Lavori - 2019

Il simbolo di Italia Viva

– Sembra una marca di assorbenti!
– No, una compagnia aerea!
– Macché, è uguale a un detergente intimo!

Il nostro progetto per il simbolo di Italia Viva ha scatenato, come prevedibile, la solita gara di critiche sui social. Alcune spassose, alcune forse un po’ ingenerose. Tutto nella regola, intendiamoci, fa parte del gioco. Del resto, chi sceglie di fare il nostro meraviglioso mestiere sa che c’è sempre una controindicazione: sono tutti convinti di saperlo fare, un po’ come il commissario tecnico della nazionale.:wink:

E allora mettiamo da parte aerei e creme, e proviamo a spiegare in poche parole la genesi di questo lavoro.

IL BRIEF
L’obiettivo era chiaro: trovare un simbolo che segnasse una discontinuità con il passato della politica italiana. Un marchio-logotipo che risultasse originale, non riconducibile a matrici ideologiche tradizionali e capace di parlare a tutti.

IL SEGNO
Abbiamo provato a fondere tre idee in una.
1) Una spunta. Quella che si mette sulle “cose fatte”. Per evocare l’idea di concretezza.
2) Due ali in volo. Perché in politica si deve essere concreti sì, ma bisogna sempre volare alto, per non smarrire la dimensione ideale.
3) La V. Banalmente, l’iniziale di Viva.
In basso, nella versione “elettorale” del simbolo, abbiamo aggiunto una sezione di sfera, per suggerire una dimensione spaziale che riuscisse a esaltare l’efficacia visiva del volo.

I COLORI
Più o meno tutti i colori sono o sono stati già utilizzati da precedenti partiti o movimenti politici. Abbiamo provato a innovare, “scegliendo di non scegliere” un solo colore ma un gradiente dai toni caldi, che partendo dal giallo arrivasse a un rosa-fucsia molto deciso. In combinazione, nel nome, con l’azzurro-nazionale. In omaggio a una regola che Italia Viva si è data per la sua organizzazione: per ogni carica ci saranno sempre una donna e un uomo.

IL CARATTERE
La scelta è caduta su un font sobrio, senza grazie, moderno e pulito. Con un gioco maiuscole-minuscole che garantisce compattezza e leggibilità ma in una formula più distintiva, meno anonima.

LA COMPOSIZIONE
Il marchio non nasce direttamente per essere inquadrato in un cerchio. È stato concepito con un respiro più ampio, come un brand capace di adattarsi a declinazioni diverse (merchandising, coordinato d’immagine, web) mutando nella composizione, senza perdere riconoscibilità ed efficacia.

LA “GIURIA POPOLARE”
Il nostro simbolo è stato scelto dai militanti in una rosa che comprendeva altre due proposte concorrenti, realizzate da altre agenzie, attraverso una votazione online aperta ai militanti.Italia Viva / Marchio logotipo

Fidelio - 2019

Fidelio – L’identità visiva di una nuova casa di produzione

Il canale di Proforma con il cinema è sempre aperto. È una questione di riconoscenza: la prima campagna a darci buona visibilità fu infatti proprio quella del film Lacapagira. Da allora il cinema è rimasto una presenza costante nel nostro percorso. Abbiamo accettato quindi con piacere l’invito del nostro ex collega Silvio Marcello Maselli (anche ex Fandango, ex Apulia Film Commission, ex assessore alla cultura del Comune di Bari…) a creare l’identità visiva di Fidelio, la sua nuova società di produzione. Per definirne graficamente il logo, e di conseguenza tutta l’immagine coordinata, abbiamo tratteggiato una “F” con uno stile pittorico molto corposo incrociando tre segni di diverso colore che parlano di scelte artistiche dal carattere forte. È proprio quello che promette il primo obiettivo di Fidelio: contribuire alla crescita culturale della società attraverso un impegno importante che merita i nostri migliori auguri.

fidelio_logo

Comune di Taranto - 2019

TARANTO – La nuova immagine della città dei due mari

Sembra assurdo che Taranto abbia bisogno di promozione turistica. Eppure la città dei due mari, quasi 3000 anni di storia e bellezza, ha deciso di dotarsi di una brand identity per riportare l’attenzione sulle sue innumerevoli attrattive e rilanciarsi come meta turistica. È nato così un segno che riassume la storia, la natura e la ricchezza di questa città leggendaria. La “T” di Taranto diventa la coda di un delfino, come quello che cavalcava Taras, il fondatore della città; come quelli che ancora solcano le sue acque. La nuova identità grafica della città ha ispirato anche il restyling delle sue municipalizzate. Le tre aziende (ambiente, servizi e mobilità), unite oggi sotto il nome di “Kyma”, hanno anche un nuovo marchio in comune, declinato in base alle rispettive specificità. Per apprezzarne le diverse applicazioni vi consigliamo di andare a Taranto: passeggiando per la storia incontrerete certamente i mezzi personalizzati con le nuove grafiche.

Autoclub - 2019

Autoclub Show

In un momento di transizione che ci sta gradualmente portando dall’idea di auto come oggetto ad uso personale al concetto di mobilità (sostenibile), Autoclub Group ci invita a riflettere con Autoclub Show: il primo Festival dell’auto e della mobilità. Durante i 7 giorni della rassegna i visitatori si sono divertiti con i simulatori di guida della Formula 1, si sono stupiti di fronte alla potenza dei motori elettrici della Formula E, si sono avventurati nei percorsi didattici del Museo della Storia dell’auto, si sono rilassati con le leccornie dell’angolo Food e hanno pure fatto affari con le offerte dell’asta di auto usate di Autoclub.
Un manifesto però non sarebbe bastato per raccontare tutto questo ai baresi, per questo ci siamo inventati un medley che, con l’inconfondibile stile della Rimbamband, è diventato un vero tormentone estivo.
I risultati di questa prima edizione non si sono fatti attendere e fanno ben sperare che questo Festival possa diventare a partire da oggi, un appuntamento fisso dell’autunno barese.

Banca Popolare Pugliese - 2019

Banca Popolare Pugliese – Imprese sportive

C’è un nuovo servizio di BPP che affianca alle imprese un consulente personale incaricato di migliorarne le prestazioni.
Chiamati a promuovere il suo lancio, abbiamo assimilato il compito del consulente a quello di un personal trainer. Nel materiale di comunicazione di conseguenza l’immaginario aziendale e quello sportivo s’incontrano in un campo ibrido in cui il servizio è descritto con un tono leggero senza mai perdere autorevolezza. Per presentare il nuovo servizio agli imprenditori abbiamo pensato ad un kit contenuto in una scatola: una lettera, un flyer, una banda elastica per il fitness e un cartoncino che riporta alcuni esercizi praticabili con la banda.
Grazie al nuovo servizio Fitness4business avremo così imprese in attivo e imprenditori sempre in forma smagliante.

Aeroporti di Puglia - 2019

AEROPORTI DI PUGLIA – Grottaglie, la regina dello spazio.

Il 30 maggio l’aeroporto di Grottaglie ha ospitato la conferenza internazionale “Grottaglie Spaceport for Europe”. Proforma, insieme a Meeting Planner, ha vinto il bando per la comunicazione dell’evento e l’allestimento degli spazi in cui si è tenuto. Un lavoro delicato, considerata l’importanza della conferenza. L’aeroporto di Grottaglie infatti si candida a ricoprire un ruolo determinante nel panorama aerospaziale europeo e i leader degli enti aerospaziali del vecchio continente sono accorsi in Puglia per valutare le sue potenzialità. L’ispirazione che ha uniformato gli allestimenti e gli strumenti di comunicazione non poteva che richiamarsi all’immaginario fantascientifico. Fra le tante interpretazioni possibili ne abbiamo scelta una (moderatamente) psichedelica, che ci ha permesso di ravvivare gli spazi dello scalo tarantino affiancando, alle forme essenziali di pianeti e traiettorie celesti, tonalità cromatiche più vivaci.

Aeroporti di Puglia / Grottaglie Spaceport for Europe / International Congress
Decaro Sindaco - 2019

DECARO: IL SINDACO PIÙ SUFFRAGATO D’ITALIA

Sono quindici anni che abbiamo la fortuna di lavorare alla campagna elettorale per le amministrative a Bari, la città in cui nel 1996 è nata la nostra agenzia. La fortuna è legata all’entusiasmo di poter lavorare su qualcosa che ci riguarda davvero in prima persona, che riguarda la vita quotidiana di molti di noi. Ma è legata anche al fatto che le campagne elettorali condotte nella nostra città sono sempre stati piccoli laboratori di innovazione. In questa storia c’è infatti un altro elemento che ci fa sentire fortunati: aver lavorato con candidati che ci hanno permesso di sperimentare. È andata così anche quest’anno, con Antonio Decaro: ci siamo occupati della creatività e della strategia generale e abbiamo dato una mano allo staff che segue il sindaco tutti i giorni e lo assiste nella sua comunicazione su media vecchi e nuovi. Abbiamo lavorato a “È colpa di Decaro”, il rap cantato da Renato Ciardo e dallo stesso Decaro, che con ironia ha raccontato le difficoltà dell’essere primi cittadini. Abbiamo avuto l’idea del videogioco “Missione Bari” (più di 10k persone l’hanno scaricato e ci hanno giocato), poi sviluppata da Cube Comunicazione. Abbiamo curato lo spot della campagna elettorale insieme a Pippo Mezzapesa (234k visualizzazioni su FB), e insieme ad Alessandro Piva abbiamo lanciato il videodiario settimanale di Decaro oltre a dargli una mano nella raccolta delle videotestimonianze dei cittadini che, pur essendo distanti dalla politica, hanno deciso di confermare la fiducia al sindaco. E abbiamo fatto anche tante altre piccole e grandi cose durante una lunga cavalcata che, per Proforma, è iniziata poco meno di un anno fa. Il 66% dei consensi (sindaco più suffragato d’Italia in questa tornata) e questa netta vittoria di Decaro è merito di cinque anni di buona amministrazione e di una comunicazione istituzionale curata ogni giorno, con grande professionalità. Noi ci abbiamo semplicemente aggiunto un po’ di sapore, e siamo davvero felici di aver contribuito a questo risultato straordinario.

Lavori - 2019

VISION – MA COSA CI DICE IL CERVELLO

Strategia di lancio
Vision, la casa di distribuzione cinematografica di Sky, è nota per le sue strategie innovative e coraggiose. Un punto in comune con la nostra agenzia che infatti l’ha già affiancata nel lancio di tre film. L’ultimo in ordine di tempo è “Ma cosa ci dice il cervello”, il film di Riccardo Milani che ha sbancato il botteghino nello scorso fine settimana, ottenendo il miglior risultato di un film italiano a Pasqua dal 2010. Per il suo lancio abbiamo sperimentato la collaborazione con gli influencer di “Educazione Cinica”, una pagina Facebook che fustiga il cinismo dei nostri tempi con video dal sarcasmo tagliente. La simbiosi perfetta con il film, che mette in scena la vendetta dei piccoli soprusi quotidiani, ha generato un video da quasi 10 milioni di visualizzazioni su Facebook. Su indicazione di Proforma infatti, la protagonista del film Paola Cortellesi, è stata ospitata in un video scritto e girato appositamente da Educazione Cinica per la promozione del film. I risultati sono stati esilaranti, almeno quanto straordinari sono stati gli incassi al botteghino.MaCosaCiDiceIlCervello_05

La Prof - 2019

La Prof 2019

Siamo in piena campagna per le elezioni europee e per le Amministrative. Ogni giorno i quotidiani sono pieni di polemiche, di dichiarazioni, di retroscena. E, sempre di più, di stralci di post sui social scritti dai politici e suggeriti dai loro consulenti. I quali, molto probabilmente, sarebbero stati fruiti da un grande numero di persone anche senza che i giornali li riportassero. Il rapporto tra media, politica e cittadini è cambiato rispetto a qualche anno fa. Nell’era pre-social erano i media e la politica a negoziare, ciascuno con le proprie prerogative, cosa dovesse ‘fare notizia’. I cittadini, senza bacheche di Facebook o siti su cui esprimersi, non potevano far altro che ricevere le informazioni e commentarle offline. Oggi la situazione è molto diversa: la politica non ha più bisogno dei media per farsi sentire e soprattutto i cittadini possono stabilire autonomamente cosa è importante per loro, cosa è notizia e cosa no.

La scuola di comunicazione politica di Proforma, La Prof, quest’anno vuole approfondire tutto questo. Vogliamo studiare, insieme ai 30 alunni selezionati in giro per l’Italia, qual è il ruolo dei mezzi di comunicazione tradizionali nel 2019 e quanto possono aiutare a svelare i trucchi della propaganda politica. Vogliamo capire quando i politici hanno ancora bisogno della televisione, della radio, della stapa, e quando invece potrebbero farne a meno. Vogliamo analizzare qual è oggi lo scopo dell’informazione nella fase storica in cui a ‘dare la notizia’ è spesso direttamente il politico, senza bisogno di alcuna mediazione giornalistica.

Per ragionare meglio su questi aspetti abbiamo invitato:
Marco Damilano, il direttore de L’Espresso, che ci illustrerà qual è la funzione di un giornale oggi;
Elly Schlein, europarlamentare uscente, che ci racconterà quali sono le differenze nel comunicare la politica in Europa rispetto all’Italia;
Federico Pizzarotti, il sindaco di Parma, e Alessandra Ghisleri, sondaggista di Euromedia Research, ragioneranno insieme in un evento aperto alla cittadinanza su ‘chi influenza chi’ in questo continuo balletto alla ricerca del titolo ad effetto, o dei numeri che possono modificare le percezioni popolari su come stanno andando le cose nel nostro paese.

Accanto a questi ospiti, come di consueto, ci saranno le lezioni di Dino Amenduni, Andrea Camorrino e Giovanni Sasso, preparate appositamente per la scuola.

C’è ancora tempo fino al 3 maggio per iscriversi a La Prof. Potete farlo sul nostro sito www.scuolaprof.com, nel quale troverete anche tutte le informazioni sulla scuola, sull’esercitazione, sui luoghi dell’evento (che si svolge a Bari dall’11 al 14 luglio) e sui contenuti del corso.

Vi aspettiamo!

LaProf2019-card-iscrivitisubito-sponsor

ActionAid - 2019

Actionaid – sicurezza e altre catastrofi

Si parla tanto di sicurezza, ma spesso a sproposito. In occasione del decennale della scossa che devastó L’Aquila la nostra nuova campagna per ActionAid restituisce alla parola “sicurezza” il  suo senso proprio, per sostenere la causa dei cittadini italiani colpiti dai disastri naturali. È passato tanto tempo da quella catastrofe, ma  non esiste ancora una disciplina certa della gestione del rischio idrogeologico e della ricostruzione. Actionaid attraverserà l’Italia dei disastri per raccogliere le istanze dei cittadini e consegnarle al governo, perché regolamenti  finalmente la materia. Abbiamo chiamato il tour e la campagna che lo promuove “Sicuri per davvero”, per sottolineare che la vera emergenza sicurezza sono i disastri naturali. La campagna teaser lo svela in due tempi  servendosi di un equivoco che sarà chiarito nella fase revealing con una sorpresa che spiazza e convince.