Lavori

01 Distribution: 1 2 Apri tutte
2008

“Non pensarci”, il film di Zanasi distribuito da 01.

Ti possiamo consigliare un film? Si chiama “Non Pensarci” e, anche se 01 Distribution ci paga per promuoverlo, il nostro consiglio è gratis, fuori compenso. Prendetelo come uno di quelli che innescano il passaparola. All’opera prima di Gianni Zanasi, non manca nulla per diventare un cult: Dino Abbrescia, Giuseppe Battiston, Anita Caprioli e Valerio Mastandrea, una storia appassionante e attuale raccontata molto bene e una bella locandina firmata Proforma. Che vuoi di più?

2004

“The Grudge”, una campagna da paura.

Abbiamo già lavorato per il cinema, un campo in cui ci siamo sempre distinti per l’originalità delle strategie. Sarà per questo che 01 Distribution ha scelto noi per un’operazione delicata: il lancio di “The Grudge”, attesissima trasposizione americana dell’horror giapponese “Ju-on”, già film di culto fra gli appassionati. La versione hollywoodiana aveva tutte le carte in regola per sbancare il botteghino così il cliente ci ha chiesto di associare alla tradizionale campagna istituzionale, una campagna underground più mirata sul target dei fans dell’horror. Si tratta di un target esigente, abituato ai toni forti. Così per sorprenderlo e terrorizzarlo ci serviva un’idea davvero innovativa. Dovevamo cavalcare il fenomeno cult amplificando quelle atmosfere da orrore casalingo che hanno fatto la fortuna del cinema asiatico di genere. Il film racconta le vicende di una ragazza che affitta una casa posseduta dai fantasmi dei suoi precedenti inquilini sterminati in un raptus di follia. Unica sopravvissuta un’anziana donna resa pazza dalla tragedia. E proprio alla sua voce inquietante abbiamo affidato l’ingrato compito di spaventare (e allettare) il nostro target. In tutt’Italia, negli spazi normalmente riservati agli annunci (bacheche nelle università, locali notturni, etc.) abbiamo affisso due piccoli manifesti realizzati nella maniera essenziale, tipica di questo genere di comunicazione, e abbiamo distribuito gli stessi in formato cartolina. Il primo annuncio offriva una casa in affitto, il secondo cercava un padrone per un gattino abbandonato (quello che nel film annuncia le apparizioni delle anime perse). I flyer erano arricchiti di inquietanti dettagli ed entrambi segnalavano il sito internet e un numero verde di riferimento, al quale rispondeva la voce delirante dell’anziana tra rumori sinistri e miagolii da far venire la pelle d’oca. Il numero di telefonate ricevuto e gli incassi del film hanno decretato inequivocabilmente il successo della campagna.