Tag

comunicazione politica: 1 2 3 Apri tutte
Decaro Sindaco - 2014

Buona la terza.

Il centrosinistra e Proforma vincono a Bari per la terza volta consecutiva
Dal selfie-manifesto al tormentone «Chiama Decaro» (lo spot di Pippo Mezzapesa con più di 90.000 visualizzazioni online), dal corteo arancione con banda e musica dai balconi, alle 64 slide del programma. Una campagna colorata e sorridente per il nuovo sindaco di Bari, vincente al secondo turno con il 65% dei consensi. Un’avventura intensa come solo la campagna elettorale della propria città può essere. Firmata da Proforma e da Promostudio, ma soprattutto dai fantastici ragazzi del DeClub, il comitato elettorale under 30 del neo-sindaco. Dopo i due mandati di Michele Emiliano, ora tocca ad Antonio Decaro. Auguri Antonio. Auguri Bari.

Lavori - 2014

L’Europa cambia verso, Proforma e le europee 2014.

Oggi siamo felici, felici come raramente ci è successo.

Abbiamo partecipato con la nostra creatività alla campagna del PD Nazionale, con i manifesti di #celochieditu e lo spot video, curato da Gianni Troilo e Graziano Conversano. Il PD ha ottenuto il 40.8%, eleggerà 31 parlamentari europei ed è il partito che, in Europa, ha ottenuto il maggior numero di voti in assoluto: 11.203.231, oltre 2 milioni più della CDU di Angela Merkel in Germania.

Abbiamo lavorato alle campagne di Cecile Kyenge e Paolo De Castro, candidati del PD al parlamento europeo nella circoscrizione Nord-Est (Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige): quasi 93mila voti per la Kyenge, oltre 84mila per De Castro: eletti entrambi.

Abbiamo collaborato anche con Pina Picierno, aiutandola a scegliere il suo motto per queste europee: “È il Sud, bellezza”: 224mla voti di preferenza ed elezione assicurata nella circoscrizione meridionale.

Ieri, nella politica italiana è successo qualcosa di storico, e siamo felici di aver partecipato a questo risultato.

Lavori - 2014

Livorno punto e a capo: Marco Ruggeri vince le Primarie.

Proforma è stata chiamata a dare il suo contributo nella città dov’è nato il Partito Comunista Italiano (siete i soliti, direbbe qualcuno). Marco Ruggeri, 39 anni, del PD, capogruppo in Regione Toscana, ha accettato la sfida di candidarsi sindaco nella sua città passando per le Primarie (questa sì che è una novità, almeno per Livorno). In una città da sempre guidata dalla sinistra, c’è bisogno in ogni caso di un cambiamento netto. Da qui il suo slogan: “Punto e a capo”. Il risultato lascia poco spazio alle interpretazioni: Ruggeri ha sconfitto i suoi tre avversari con il 76.5% dei voti. Adesso viene il bello: si torna subito al lavoro in vista delle Amministrative del 25 maggio.