Tag

Web: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Apri tutte
Lavori - 2013

MATTEO RENZI CAMBIA VERSO ALLE PRIMARIE DEL PD

Nella corsa alla segreteria del PD, Matteo Renzi ha scelto Proforma per comunicare il messaggio di rinnovamento che esprime e incarna. È una grande responsabilità dare voce al “golden boy” della politica italiana, perché ci ha abituati a soluzioni comunicative di grande impatto. Noi abbiamo investito creatività ed esperienza nell’elaborazione di un concept e di un immaginario coerente con lo spirito e i toni del nostro cliente. L’espressione che ci sembrava rappresentasse meglio il “Renzi-pensiero” e rispondesse pure alle aspirazioni del popolo delle primarie era: “L’Italia cambia verso”. La rivoluzione di Matteo Renzi deve ribaltare le abitudini peggiori del Paese e sostituirle con le aspirazioni dell’Italia che va nel verso giusto. Ma con la parola “rivoluzione” in fisica si definisce anche una rotazione. Interpretiamo quindi anche graficamente la rivoluzione di Renzi con una rotazione delle parole di 180 gradi su un asse orizzontale. La campagna multisoggetto quindi confronta coppie di parole, una ribaltata e l’altra no: la prima esprime un concetto che va cambiato, l’altra esprime invece il contrario speculare e quindi virtuoso di quel concetto, la direzione del cambiamento.

Lavori - 2013

Luigi Nieri è il nuovo vicesindaco di Roma.

Affiancandolo nella campagna per le primarie e collaborando con lui anche in quella successiva per le amministrative, abbiamo conosciuto un politico concreto e un uomo appassionato e dedito alla sua città. Per questo forse i nostri auguri non gli serviranno, ma noi glieli facciamo lo stesso.

Il suo programma, totalmente orientato al futuro, ha ispirato una campagna che trova il cuore del suo concept nel claim: “Nieri è domani”. Una campagna off e online realizzata con la delicatezza del bricolage perché, come disse un giorno uno famoso: “Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza”. Una frase che ben si addice alla biografia politica e umana del nuovo vicesindaco di Roma

Puglia Sounds - 2010

Nasce il sistema musica in Puglia.

Taranta, pop, reggae, etnica, jazz, hip hop, elettronica? In Puglia si suona tanto e bene. Ci vuole poco a constatare che la musica è un’altra delle preziose risorse di questa terra. Così è nato Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per chi fa musica, la distribuisce, la produce o semplicemente la ascolta. Proforma, che ha il ritmo nel sangue, non poteva restare estranea a questa rivoluzione e ci ha messo più che lo zampino: è opera nostra il nome, il logo, l’immagine coordinata, il sito (pugliasounds.it) e l’estrosa conferenza stampa che ha presentato al mondo il sistema musica pugliese.

ActionAid - 2008

No poverty, no aids, una campagna Action Aid.

Come Kyoto insegna gli impegni internazionali si prendono con grande solennità e si disattendono con altrettanta disinvoltura. Il Governo Italiano, per esempio, nel 2001 a Genova promise di garantire alle popolazioni più deboli del mondo l’accesso gratuito alle cure contro l’Aids. Oggi quell’impegno non è ancora stato onorato del tutto. Vuoto di memoria? Grazie ad Action Aid e alla campagna No Poverty No Aids, firmata Proforma, i cittadini italiani provvederanno, con una ricetta ad hoc, a prescrivere una terapia per curare l’amnesia del Governo. Gli auguriamo da subito una pronta e completa guarigione.

Ministero delle Politiche Giovanili e Attività Sportive - 2007

Proforma e POGAS per la sicurezza stradale.

Chi ha visto il guidatore designato? Qui in Italia nessuno sa chi sia. In molti paesi invece i ragazzi sanno bene che se vogliono uscire a bere devono scegliere fra di loro un guidatore. Lui resterà sobrio e tutti torneranno a casa sani e salvi. Se vuoi vedere un guidatore designato per ora accontentati di seguire lo spot che Proforma insieme a Conversano e Troilo, hanno realizzato per il Ministero delle Politiche Giovanili, presto in onda sulle reti nazionali. Aspetta ancora un po’ e da quando sarà on air la nostra campagna (tv, radio e stampa) di guidatori designati ne vedrai tanti: sono quelli che non barcollano.

Romaeuropa 2007 - 2007

Romaeuropa Festival riparte con Proforma.

La fondazione Romaeuropa si occupa da 22 anni di rappresentare in Italia le avanguardie artistiche più estreme. Rinnovare la sua comunicazione non è stato un compito facile, ma quest’anno, il 7 novembre, il Romaeuropa Festival parte insieme ad una campagna firmata Proforma. Un culturista, una suora, una parrucchiera, un autista e tre vecchiette parlano dell’arte contemporanea con profondità e insospettabile competenza. Che nessuno si azzardi più a dire che il Romaeuropa Festival è troppo snob.

Regione Puglia - 2007

Il portale web della Regione Puglia si rifà il look.

Una terra accogliente merita un sito accogliente. Dunque, nel restyling del portale della Regione Puglia, ad una comunicazione visiva moderna Proforma ha affiancato anche la migliore navigabilità. La suddivisione dei contenuti è stata razionalizzata e semplificata ed ora tutto è raggiungibile facilmente dall’home page. Qui grandi immagini raccontano la storia e la natura della Puglia e fanno dell’home page la copertina del più efficace strumento promozionale regionale. Presto anche gli utenti potranno pubblicare i loro scatti contribuendo insieme a rendere la Regione ancora più accogliente anche per chi le si avvicina dal web.

Ciccarese - 2006

Pasta Ciccarese presto più bella e più buona.

Stanchi della solita minestra? Ciccarese, noto pastificio pugliese, corre ai ripari affidando a Proforma un restyling totale della sua immagine. Nuovo il logo, nuovo il pay off, nuovi i packaging, nuovo il naming dei prodotti. Ma non si tratta solo di un lavoro di facciata, insieme all’immagine Ciccarese rinnova anche i processi di produzione e garantisce: la nuova minestra è più buona. E noi aggiungiamo: è anche più bella.

Comune di Bari - 2006

Il sito web ufficiale della città di Bari.

Su iniziativa della nuova amministrazione comunale del capoluogo pugliese, dopo anni di oblio, Proforma ha progettato e realizzato il nuovo portale della città di Bari. Con il supporto tecnico di EDA Enterprise, è nato uno spazio di dialogo di grande accessibilità, uno strumento in costante aggiornamento impostato su un concetto di partecipazione e di crescita che non a caso trova espressione grafica nella tessera di un puzzle. E’ infatti un sito in costruzione perenne, un puzzle al quale ogni giorno aggiungere nuovi pezzi per adeguarsi ai cambiamenti di una città che si evolve di continuo.

Mio Cognato - 2003

“Mio cognato” un caso di marketing virale.

Ancora al cinema, ancora con Alessandro Piva, ma questa volta non si trattava, come per Lacapagira, di una produzione indipendente, alle spalle del suo nuovo film, “Mio cognato”, c’era O1 Distribution e Rai Cinema.
Questo ci permetteva di avere una forza di fuoco ben più potente, ma un film con una distribuzione nazionale così capillare ci imponeva anche di misurarci su un campo di battaglia molto più ampio. L’intero territorio nazionale si preparava ad ospitare una campagna virale senza precedenti che partiva da un assunto preciso: un film non è un prodotto qualunque, è fatto dei frammenti delle vite di chi lo ha scritto, della loro sensibilità, e parla con la voce delle loro esperienze.
Così è nata una campagna diversa, che guardava alle persone come a soggetti attivi e non come a “consumatori”. Insomma, abbiamo preferito la passione al freddo marketing strategico. Abbiamo trasformato persone comuni in testimonial. Abbiamo creato un sito clandestino al posto del solito sito ufficiale. Abbiamo scritto email personalizzate invece di risposte standard.
Siamo partiti a luglio, più di tre mesi prima dell’uscita del film. A quei tempi sul sito c’era solo un limone, il logo che avevamo scelto per rappresentare la nostra storia, e un menù che preannunciava piccoli eventi settimanali da dare in pasto ad una community sempre più numerosa e curiosa.
Per la fase operativa innanzitutto abbiamo risvegliato gli agenti segreti de Lacapagira, cellule dormienti che non vedevano l’ora di tornare all’opera. Ma non erano sufficienti, per la nuova missione avevamo bisogno di tanti altri agenti, così per rinfoltire i ranghi abbiamo spedito decine di email ad amici e amici di amici.
Pensavamo di convincerne 80 e se ne sono iscritti 400. Uomini e donne con ferrei codici comportamentali, provenienti ogni parte d’Italia hanno accettato la sfida e, in cambio di una maglietta, 100 adesivi e qualche sottobicchiere, hanno vestito i panni di testimonial sul campo, inventando mini e maxi iniziative promozionali. In pochi giorni il limone giallo di Mio Cognato ha conquistato l’Italia.
E’ stato un lavoro straordinario, documentato sui blog da centinaia di foto, un esempio di decentramento creativo, di democrazia promozionale unico al mondo. I risultati al botteghino? Ottimi. Ma ancora più straordinari i risultati “sociali”. Intorno ad un limone è nata una bellissima comunità non solo virtuale.

Lacapagira - 1999

“Lacapagira”, cinema underground.

Lacapagira è la prima leggendaria pellicola di Alessandro Piva, stimato regista e nostro personale amico. Quando ci propose di sostenerla con una campagna pubblicitaria pensammo subito che un film così non poteva essere promosso con i metodi canonici. Iniziammo quindi con una campagna che associava a “lacapagira” tutti i simboli di quella certa baresità che era la protagonista indiscussa della storia: la peroni, il fu Punta Perotti, le marlboro rosse, la gazzella dei carabinieri… e così candidammo il film stesso a diventare un simbolo di quella baresità.
E così fu, tanto che il successo del piccolo film barese umiliò, in patria, anche il kolossale Titanic di Cameron. Ma il miracolo avvenne quando, visto il successo del piccolo film barese, Andrea Occhipinti di Luckyred decise di acquistarlo e portarlo a Berlino.
Il pubblico tedesco se ne innamorò e ci confermò che il prodotto era esportabile. Un’altra sfida: “lacapagira doveva andare fuori da Bari e uscire sugli schermi di tutta l’Italia.
Fu allora che ci inventammo gli agenti segreti. All’inizio erano i “baresi fuori”, emigranti mossi dalla nostalgia, che accolsero la sfida con entusiasmo. Ma presto attorno al film crebbe una community compatta, tenuta insieme da una missione e da un sito internet che, dopo essere diventato il punto di riferimento della diaspora barese, accolse tutti i fan del film che intanto mieteva successi e i “pugliofili” di ogni razza e credo.
A tutti gli agenti fu recapitato un “kit dell’agente segreto”: maglietta, adesivi, flyer, insomma materiale di propaganda che grazie alla rete fu distribuito capillarmente per tutto lo Stivale. Mentre la distribuzione le vie canoniche, il “tre ruote” che avevamo scelto come logo del film e simbolo della nostra campagna underground percorreva le retrovie come solo un mezzo leggero sa fare.
Il passaparola amplificò tutto e alla fine anche la stampa si accorse del fenomeno cinematografico pugliese e della sua campagna decretandone il successo.
Erano i tempi di “the blair witch project” e la comunicazione cinematografica aveva subìto una piccola rivoluzione: ai soliti canali si andavano aggiungendo quelli alternativi della diffusione virale.
La campagna de “Lacapagira” li portò in Italia, inaugurò una nuova stagione e offrì a Proforma la prima grande occasione per affacciarsi sulla scena nazionale. Fu il nostro primo lavoro nel mondo del cinema e ci aprì le porte verso nuovi luminosi orizzonti.